• Team Building

  • 1

Indoor Events

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Outdoor Events

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

events csi

Se ci pensate, il cinema è pieno di scene incentrate su attività di team building, sia outdoor, sia indoor. Non sempre, probabilmente, chi le ha realizzate aveva questa consapevolezza, ma ci sono e, in ogni caso, possono essare un punto di partenza per pianificare delle attività.

Il team building nel cinema italiano

Partiamo da un classico nostrano. Nei vari "Fantozzi", Filini si prodiga per organizzare attività extra-lavorative. Filini a parte, una gara ciclistica, un meeting di atletica, una vacanza sulla neve, un torneo di ping-pong, ma anche una serata dedicata al cinema aziendale e il tentativo di rifare la scena di un film, improvvisandosi attori e registi, sono ottimi spunti per un team building. Certo, nei film di Villaggio sono rappresentati in modo comico, ma, depurati dal lato ridicolo, hanno il loro perché in quest’ottica.

Restando nel cinema leggero italiano, in un altro film Gigi Reder (sempre Filini, era l’atttore che lo interpretava, n.d.a.) recita la parte di un datore di lavoro che pretende che tutti i suoi dipendenti tifino per la Lazio e li porta allo stadio a vedere le partite dei biancazzurri. Anche qui, a prescindere dalla fede calcistica e dall’intento buffo, una giornata allo stadio può essere un modo per fare gruppo e infatti c’è chi lo fa, per esempio le società di calcio minore (non è detto che il team building si debba rivolgere esclusivamente alle aziende, ma può farlo anche alle scuole, alle squadre sportive locali e ad altre realtà, per esempio le associazioni culturali).

In “Vacanze in America”, con Claudio Amendola, Jerry Calà e Christan De Sica, gli studenti di una scuola cattolica vanno negli Usa accompagnati da un professore e da un sacerdote. In questo caso, scene esilaranti e improbabili a parte (ma un po’ di riso insieme fa sicuramente bene al gruppo), non è un modo per parlare di un viaggio incentive? Wikipedia ne parla così: “Finita la vacanza il gruppo rientra in Italia, soddisfatto per aver trascorso dei giorni sensazionali e irripetibili".  

Non solo grande schermo

Un classico è la birra con i colleghi o comunque una serata insieme: da Homer con Carl e Lenny al bar di Moe (o Boe) ne “I Simpson” a Bisio e Siani in “Benvenuti al Nord”, fino ad arrivare ai due killer di “In Bruges-La coscienza dell’assassino”, il cinema e la televisione sono pieni di colleghi che cementano il proprio rapporto conoscendosi meglio davanti a un bicchiere bevuto al di fuori del posto di lavoro.

Non proprio team building

Infine, Full Monty, in cui un gruppo di disoccupati organizza uno spettacolo di streap-tease integrale tutto al maschile per racimolare un po’ di soldi. E’ vero che, non essendo colleghi, non si può parlare esattamente di team building, ma, fatte alcune modifiche, si può immaginare che ne tratti.

Vi faremo sentire come in un film

Senza proseguire con la carrellata (ognuno la completi in base alla propria cultura e alla propria sensibilità: qui è stato dato più peso alle commedie in quanto il team building deve essere anche divertente), questi esempi hanno mostrato come il team building è spesso presente in film e telefilm.

Venendo a noi, volete cimentarvi a girare un film, inedito o meno, a mettere su un balletto o uno spogliarello tutto al maschile (non è obbligatorio che sia integrale), in una gara ciclistica aziendale eccetera, insomma, volete fare una o più delle attività in cui si è parlato in questo articolo, compreso un viaggio? Non esitate a contattarci. Siamo sicuri che otterrete non uno, ma due effetti: vi divertirete e sarete ancora più uniti. Anzi, sarete ancora più uniti proprio perché vi divertirete insieme. Ah, magari, per quanto concerne la serata, possiamo darvi qual cosina in più, per esempio un’animazione. Affidatevi a noi: vi faremo sentire come in un film e aumenteremo l’affiatamento tra i colleghi e anche tra i colleghi e i dirigenti. Ma un buon team building è democratico e fa sentire tutti uguali.