NewsShoot Us an Email. We'd Love to Hear From You


Parlando di team building a Milano e in particolare di team building solidale a Milano e non solamente a Milano.

Nell’ambito della formazione continua obbligatoria per i giornalisti, martedì 16 gennaio 2019, allo Iulm di Milano, ho assistito a una conferenza molto interessante. Il tema non era esattamente il team building a Milano e nemmeno il team solidale a Milano o altrove.

Era incentrata sul tema del welfare aziendale, cioè su tutte quelle misure messe in atto dalle aziende per andare incontro ad alcune esigenze dei propri dipendenti, al di là dello stipendio e di ciò che lo concerne.

Senza star qui a entrare nel dettaglio delle agevolazioni fiscali, sia perché non è la sede di trattare di cose così tecniche (infatti, le ha esposte un tributarista), sia perché, essendo cose così tecniche, non ho le competenze per farlo e, soprattutto, non me le ricordo e non ho voglia di andare a riprendere le slide, devo dire che ci sono degli elementi che possono interessarci nell’ambito del discorso del team building.

Per farla breve, diciamo che l’azienda, per aiutare i propri dipendenti in questo senso, hanno due strade. La prima è quella di dare dei contributi finanziari, o direttamente, o sotto forma di voucher. Per esempio: il dipendente ha dei bambini piccoli e allora lo si aiuta pagandogli, almeno parzialmente, la baby sitter oppure la retta dell’asilo nido. La seconda, rimando sempre nello stesso esempio, si organizza un micronido all’interno del posto di lavoro.

Storie vere di welfare aziendale

Per venire a noi e al nostro team building, ci sono aziende che pensano anche al tempo libero dei propri dipendenti e lo possono fare in modi diversi. Un classico sono il Cral e le gite. Per entrare in storie più dettagliate, una start up ha visto i propri dipendenti richiedere una riverniciata al bar, affinché diventasse un luogo di aggregazione più confortevole. Infatti, volevano passare più tempo insieme e hanno anche organizzato dei corsi.

Sono emerse anche delle criticità. Una di queste è che il welfare aziendale è appannaggio solo dei dipendenti dell’azienda, mentre se ne auspicava una maggiore diffusione, un e ruolo sociale. “Un’uscita dai cancelli”, ha auspicato una relatrice della conferenza. La Luxotica ha fatto un progetto in grado di andare a beneficio di tutta la comunità, ma è la Luxottica, cioè un’azienda dotata di due caratteristiche molto importanti: un fatturato altissimo e un radicamento nel territorio (qui siamo nell’Alto Veneto: ve lo avevo detto che non avremmo fatto riferimento solo a temi come il team building a Milano e al team building solidale a Milano).

Spunti (contattateci)

A questo punto, un’azienda come la nostra può agire in due modi. Il primo è quello di organizzare per le aziende delle attività ricreative improntate sul team building. Riprendendo l’esempio della start-up, avrebbe potuto far ridipingere i muri direttamente dai dipendenti, trasformando i lavori in un’attività di team building. E avrebbe potuto organizzare i corsi cui abbiamo accennato. Estendendo il discorso, si può pensare di incentrare sul team building alcune attività ricreative. In fondo, una dei desideri espressi dai ragazzi della start up era di passare più tempo tra colleghi. Vuol dire che la strada è già tracciata e che si tratta solo di rafforzare e di puntellare.

Il secondo è quello di agire nell’ambito del team building solidale, vale a dire di rafforzare il rapporto tra colleghi andando a fare azioni in grado di portare vantaggio a tutta la comunità, come abbiamo visto anche in un’altra puntata.

Per qualsiasi cosa collegata al team building nell’ambito del welfare aziendale, che rimanga all’interno dell’azienda o che coinvolga anche altri soggetti, soprattutto quelli meno fortunati, non abbiate esitazioni a contattarci. Abbiamo, infatti, una lunga esperienza nel settore e sapremo sicuramente trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Sappiamo, infatti, che ogni contesto aziendale, ma anche sociale, è diverso e fa caso a sé. Per questo motivo, studieremo bene la situazione e vi proporremo idee pensate apposta per voi.